Zinco

Zinco

Lo Zinco è essenziale per l’organismo ed è coinvolto in centinaia di processi metabolici, come la formazione di complessi enzimatici, o la produzione ormonale, fino a supportare la corretta funzione del sistema immunitario.

È presente in tutti i nostri organi, nella pelle, nei muscoli e nelle ossa, ed è il secondo più abbondante micronutriente nel nostro corpo dopo il ferro 1, 2.

 

Cos’è?

 

È un oligoelemento da integrare con la dieta, in media nel corpo di un adulto sono presenti circa 2,5 grammi di zinco.

 

Fonti di Zinco

 

Diversi sono i cibi che rappresentano una fonte apprezzabile di questo nutriente, tra questi:

 

– pesce, in particolare ostriche, ma anche il salmone

– carne bianca e rossa

– legumi, in particolare fagioli e ceci

– frutti secchi e semi – anacardi, noccioline, ma anche semi di zucca, di girasole e di papavero (attenzione in questo caso all’acido fitico! Continua la lettura..)

– funghi

– cacao

– uova

– formaggi e latticini.

 

È importante sottolineare che solo una parte dello zinco introdotto con la dieta viene effettivamente assorbito. Inoltre un eccesso di fitati e fibre alimentari può interferire con l’assorbimento.

L’assorbimento dello zinco avviene principalmente nell‘ intestino tenue e il livello di assorbimento va in media dal 16 al 50% della quantità ingerita. L’assimilazione dello zinco è regolata dai meccanismi di omeostasi del corpo che dipendono e si adattano in base alla quantità di zinco nell’individuo…. diete prolungate a basso contenuto del minerale determinano un suo maggiore assorbimento 3.

 

Proprietà

 

Lo Zinco svolge un ruolo considerevole in tanti processi, essendo componente di innumerevoli enzimi:

 

sviluppo – è essenziale per lo sviluppo embrionale e fetale, anche durante lo sviluppo postnatale.

equilibrio ormonale – è coinvolto nella sintesi di testosterone, estrogeni, progesterone, quindi è fondamentale per la salute sessuale e riproduttiva dei due sessi.

metabolismo glucidico – lo zinco influenza l’azione dell’insulina.

riparazione e sviluppo dei tessuti – lo zinco è principalmente localizzato nella pelle (4%), nelle ossa (37%) e nei muscoli (50%) 4 e concorre alla formazione delle fibre elastiche del tessuto connettivo.

azione protettiva e di sostegno per il sistema immunitario – oltre ad avere una azione antiossidante, lo zinco svolge un ruolo importante nella trasmissione dei segnali intracellulari per l’azione dei mediatori dell’immunità innata e adattiva 5, tra cui delle cellule T.

 

Carenza

 

Si stima che circa il 17% della popolazione mondiale sia interessato da una carenza di zinco 6. La carenza può essere dovuta ad apporto insufficiente con la dieta, a malassorbimento riconducibile a problematiche digestive o più in generale patologiche. Anche la concomitante assunzione di farmaci può influire sull’assorbimento dello zinco.

Ecco alcuni dei comuni sintomi riconducibili a una carenza prolungata del minerale:

 

– diarrea

– durante l’età dello sviluppo, crescita ridotta e ritardo nella maturazione sessuale

– alterazioni cognitive, con scarsa concentrazione

– perdita di capelli

– infertilità

– alterazioni cutanee

– inefficienza del sistema immunitario con infezioni ricorrenti

– insufficienze nel metabolismo del glucosio

 

L’EFSA – l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, indica le cosiddette “assunzioni dietetiche di riferimento” (in inglese drv – dietary reference intakes) del nutriente espresse in mg/giorno, in riferimento alla fascia di età, al sesso e alla quantità di fitati ingeriti 7.

L’acido fitico contenuto in tessuti vegetali, in particolare nei frutti secchi e nei semi, esercita una azione chelante che riduce drasticamente l’assorbimento di vari micronutrienti tra cui lo zinco.

 

Fabbisogno medio – sesso maschile

Gruppo d'età (in anni)Assunzione di fitati
(mg/die)
Zinco
(mg/die)
dai 7 agli 11 mesi*2.4
1 - 3*3.6
4 - 6*4.6
7 - 10*6.2
11 - 14*8.9
15 - 17*11.8
≥ 18300
600
900
1.200
7.5
9.3
11.0
12.7

* non è stato effettuato alcun aggiustamento per l’assunzione di fitati

 

Fabbisogno medio – sesso femminile

Gruppo d'età (in anni)Assunzione di fitati
(mg/die)
Zinco
(mg/die)
dai 7 agli 11 mesi*2.4
1 - 3*3.6
4 - 6*4.6
7 - 10*6.2
11 - 14*8.9
15 - 17*9.9
≥ 18300
600
900
1.200
6.2
7.6
8.9
10.2
In gravidanza+ 1.3 (a)
In allattamento+ 2.4 (a)

* non è stato effettuato alcun aggiustamento per l’assunzione di fitati

(a) in aggiunta ai valori di riferimento indicati per le varie fasce di età, relativi al fabbisogno medio delle donne non in gravidanza e in allattamento

 

Sovradosaggio

 

Una eccessiva assunzione di Zinco porta a vomito, nausea, dolore epigastrico.

Per assunzioni giornaliere prolungate largamente al di sopra dei dosaggi consigliati (100-300mg/die) sono stati evidenziati 8 :

  • riduzione dell’assorbimento del rame e del ferro, con l’insorgenza di quadri anemici
  • funzione immunitaria compromessa
  • effetti avversi sul rapporto tra lipoproteine a bassa ed alta densità (ldl/hdl), con calo di quest’ultime.

 

ATL D3 plus, una fonte di zinco (tra le altre cose)!

 

Se non lo conosci, qui puoi accedere alla scheda del  nostro prodotto ATL D3 plus , fonte di nutrienti che rafforzano il tuo sistema immunitario, tra questi una  Spirulina coltivata con metodo brevettato Biosinergil®ad alto tenore di Zinco!

Prodotto naturale altamente assorbibile e adatto anche a chi segue una alimentazione vegetariana o vegana!

 

Bibliografia

1 –  Maret W., The metals in the biological periodic system of the elements: Concepts and conjectures. Int. J. Mol. Sci. 2016;17:66.

2Lim K.H., Riddell L.J., Nowson C.A., Booth A.O., Szymlek-Gay E.A. Iron and zinc nutrition in the economically-developed world: A review. Nutrients. 2013;5:3184–3211.

34 – Maares M., Haase H., A Guide to Human Zinc Absorption: General Overview and Recent Advances of In Vitro Intestinal Models. Nutrients. 2020 Mar; 12(3): 762.

5Wessels I., Maywald M., Rink L., Zinc as a Gatekeeper of Immune Function. Nutrients. 2017 Dec; 9(12): 1286.

6 – Wesells R., Kenneth H. Brown, Estimating the Global Prevalence of Zinc Deficiency: Results Based on Zinc Availability in National Food Supplies and the Prevalence of Stunting. Plos One. 2012; 7(11): e50568.

7Assunzioni dietetiche di riferimento dell’EFSA per lo zinco a pag.44 e seguenti: https://efsa.onlinelibrary.wiley.com/doi/epdf/10.2903/sp.efsa.2017.e15121

8 – Fosmire G.J., Zinc toxicity. Am. J. Clin. Nutr. 1990 Feb;51(2):225-7.

Ficocianina
Visto
Menu
Close

Carrello

Visti di recente

Close

Grande! A breve sarai dei nostri.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

I dati da te indicati saranno utilizzati per migliorare la tua esperienza sul sito web. Ti invitiamo a leggere la privacy policy.

Hai già un account?

Close

Categorie