Nutraceutica

Nutraceutica

Nutraceutica?

 

C’è un termine di cui si sente spesso parlare quando si parla di nutrizione e/o integrazione: nutraceutica.

Qual è il significato di questa parola?  Con nutraceutico si indica il principio attivo contenuto nell’alimento, che esercita un effetto benefico per la salute. Nel mondo del nutraceutico rientrano:

– “l’alimento funzionale”, cioè naturalmente ricco di nutrienti con proprietà salutistiche,

– “l’alimento arricchito” con principi attivi,

– l’integratore alimentare che contiene specifici principi nutritivi.

Come sosteneva il Dott. Stephen L. De Felice – coniatore del vocabolo nutraceutico – alla fine degli anni 80: “ Entro i prossimi due decenni il mercato dei nutraceutici si avvicinerà alle dimensioni del mercato farmaceutico etico”1. Effettivamente aveva ragione..

 

L’importanza della nutraceutica

 

La nutrizione nelle sue varie forme, in particolare sotto forma di integrazione, ha un impatto sempre più marcato sulle nostre vite e sul mercato, in particolare considerando che la ricerca scientifica nel corso degli anni ha potuto appurare e dimostrare come la dieta e l’apporto di specifici nutrienti/sostanze naturali possano concretamente migliorare la qualità di vita e prevenire l’insorgenza di condizioni patologiche.

Vitamine, proteine, oligoelementi: c’è un integratore per quasi ogni biomolecola di cui abbiamo bisogno.

Probabilmente l’interesse crescente delle persone verso la nutraceutica è dettata dal desiderio di preservare lo stato di salute evitando così trattamenti farmacologici.

Laddove la terapia farmacologia viene impiegata per la cura delle patologie, la nutraceutica può rappresentare una ulteriore “terapia di supporto” a quella farmacologica, può aiutare la gestione delle problematiche moderate che si riscontrano nella vita quotidiana, o migliorare un quadro di salute già buono.

Alla luce poi di un incremento della vita media e a uno scenario di cronicizzazione delle patologie, diviene di grande importanza individuare e implementare interventi volti all’incremento della vita media, ma in salute. Proprio all’interno di questa logica/scenario va ad inserirsi l’incrementato fabbisogno di integratori.

 

Parlano i numeri

 

Secondo il “Dietary Supplement Market Analysis and Segment Forecast to 2026″2 pubblicato nel  2019 dal DSHA (statuto degli Stati Uniti che regola gli integratori alimentari) il mercato globale degli integratori alimentari è stato stimato in 124,8 miliardi di dollari nel 2018.  Con una crescita percentuale media prevista al 5,5% e un volume di 216,3 miliardi di dollari entro il 2026.

Guardando invece al mercato nazionale, la quinta indagine di settore: “La filiera italiana dell’integratore alimentare3  condotta dal centro studi FederSalus con la collaborazione di Iqvia, delinea il mercato italiano come il primo in Europa.

Le rilevazioni indicano per il 2019 un mercato in Italia del valore di circa 3,6 miliardi con una crescita del 3,6% rispetto al 2018.

 

In conclusione

 

L’esperienza clinica, la costante raccolta di dati scientifici e l’approfondimento degli effetti biologici, non potranno che avvalorare ancora di più nel lungo periodo la tesi secondo cui la nutrizione e la integrazione sono tasselli di importanza primaria che vanno ad inserirsi in uno scenario più grande regolato da stili di vita sani.

Proprio perché la salute è dettata in buona parte da ciò che mangiamo, è necessaria una visione più ampia e un approccio multi-disciplinare in grado di ampliare la conoscenza scientifica sull’impatto che gli integratori possono avere sulla nostra vita.

Ben venga l’assunzione di nutraceutici/integratori, se:

– supportata da informazioni esaustive e veritiere nel rispetto delle indicazioni alla salute stabilite dagli enti regolatori,

– avvalorata dalle indicazioni/prescrizioni di specialisti,

– effettuata in maniera efficace e consapevole,

– non se ne abusa

– non la si considera la panacea di tutti i mali

– i prodotti assunti garantiscono elevati standard di sicurezza e qualità

Spirulina: alla conquista dello spazio
Coltivazione della Spirulina
Visto
Navigazione
Close

Carrello

Close

Wishlist

Visti di recente

Close

Grande! A breve sarai dei nostri.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

I dati da te indicati saranno utilizzati per migliorare la tua esperienza sul sito web. Ti invitiamo a leggere la privacy policy.

Hai già un account?

Close

Categorie