Autunno e influenza

Autunno e influenza

Autunno e influenza …. l’arrivo dell’autunno e l’abbassamento delle temperature sono i tipici segnali di avvio del periodo influenzale.

La presenza del Covid-19, in concomitanza al sopraggiungere della normale influenza, complicherà ulteriormente la situazione, considerando che test sierologici e tamponi saranno gli unici strumenti utili per determinare se i sintomi influenzali (febbre in primis) sono riconducibili al corona virus.

In questo scenario il Ministero della Salute raccomanda il vaccino antinfluenzale a tutti, a partire dai 6 mesi di età, in particolare ai soggetti ad alto rischio 1.

In questo senso un recente studio osservazionale condotto sul nostro territorio e pubblicato sulla rivista vaccines 2 ha evidenziato come, nel periodo del lockdown, le regioni con un più alto livello di copertura vaccinale antinfluenzale hanno registrato un minor numero di contagi, di ricoveri e di decessi per Covid-19, in particolare per la fascia di popolazione over 65.

I 17 milioni di dosi di vaccino antinfluenzale  disponibili 3 permetteranno di estendere la copertura vaccinale alla popolazione a rischio, ma non è chiaro se le dosi saranno in grado di coprire la domanda della popolazione generale…

Che voi riusciate a vaccinarvi (cosa che vi auguriamo) o che siate contrari ai vaccini, in queste righe vi daremo qualche informazione in merito all’influenza e ad alcune possibili strategie da adottare per salvaguardarvi!

 

 

Cos’è l’influenza?

 

E’ una malattia respiratoria infettiva  causata da virus appartenenti al gruppo degli orthomyxoviridae, precisamente gli Influenzavirus di tipo A, B e C.

La sintomatologia tipica dell’influenza comprende: febbre, dolori articolari e muscolari, debolezza, mal di gola, naso chiuso e starnuti, disturbi gastrointestinali.

Essendo questi sintomi comuni ad altre malattie, spesso l’influenza viene confusa con altre patologie come il raffreddore o la faringite.

I sintomi tendenzialmente hanno una durata di circa una settimana e si manifestano a pochi giorni dalla esposizione, il periodo di incubazione generalmente dura un paio di giorni.

E’ bene tenere presente che anche durante il periodo asintomatico è possibile trasmettere inconsapevolmente il virus.

Benché come dicevamo poc’anzi i sintomi per la maggior parte degli individui si risolvono nell’arco di una settimana o poco più, le persone che presentano fragilità o quadri patologici severi possono sviluppare complicanze anche gravi, quindi l’influenza non va sottovalutata.

 

 

Perché i picchi influenzali si hanno col freddo?

 

Non sono ancora del tutto chiare le ragioni, ma possiamo indicare una serie di elementi che probabilmente influiscono sulla proliferazione dei virus influenzali:.

 

1 – Gli aerosol virali si trasmettono più facilmente in ambienti freddi e con bassa umidità 4  . Inoltre il freddo facilità la proliferazione virale nelle cavità nasali, perché riduce l’attività delle ciglia presenti sulla mucosa delle vie aeree (che sono la prima difesa del nostro apparato respiratorio). I virus possono così più facilmente attaccare il nostro organismo.

 

2 – In inverno si prediligono i luoghi chiusi e caldi. L’alta concentrazione di persone nel medesimo luogo fa si che una sola persona infetta possa contagiare molteplici persone.

 

3 – Gli sbalzi di temperatura dovuti al passaggio tra ambienti caldi e freddi alterano la termoregolazione corporea, esponendoci maggiormente ad attacchi esterni.

 

 

Alcuni piccoli accorgimenti per prevenire l’influenza

 

1 – INDOSSATE SEMPRE LA MASCHERINA!  Se sospettate di essere influenzati, riparate sempre naso e bocca quando starnutite o tossite, in questo modo ridurrete il rischio di contagiare altre persone.

 

2 – Detergete frequentemente le mani, i virus possono depositarsi sulle superfici!

 

3 – Occhi, bocca e naso sono vie di accesso preferenziali per i virus, evitate di toccarli, soprattutto se non avete lavato le mani!

 

4 – Evitate il più possibile i luoghi affollati!

 

5 – Vestirsi a cipolla. Può sembrare una sciocchezza, ma ripararsi dal freddo all’esterno ed evitare di sudare nei luoghi caldi può fare la differenza!

 

6 – Idratatevi. Bere una adeguata quantità di acqua aiuta a eliminare le scorie e le tossine oltre a mantenere il giusto livello di umidità delle mucose di naso e gola. Inoltre in caso di influenza si reintegrano i liquidi persi con la sudorazione in caso di febbre. Che ne dite di un bel brodo caldo?

 

5 – Rafforzate il vostro sistema immunitario! Come? Con una dieta sana ed equilibrata.

Nutrienti come vitamina c, d, o zinco, ad esempio, vanno a rafforzare le nostre difese.

Laddove la nutrizione non sia sufficiente, ricorrete alla integrazione….

Se non lo avete ancora fatto dovete provare il nostro ATL D3+  , questo prodotto non solo contiene tutto quello che vi serve per aiutarvi a difendere al meglio il vostro organismo, ma presenta oltre alla vitamina d e c, anche una particolare Spirulina ad alto contenuto di zinco coltivata con un metodo innovativo – Biosinergil®.

Lo sapevate che anche la Spirulina può rappresentare un aiuto contro le infezioni virali?

Spirulina e tiroide
Cura i tuoi capelli!

Lascia un commento

Visto
Menu
Close

Carrello

Visti di recente

Close

Grande! A breve sarai dei nostri.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

I dati da te indicati saranno utilizzati per migliorare la tua esperienza sul sito web. Ti invitiamo a leggere la privacy policy.

Hai già un account?

Close

Categorie